Associazione Statuto Arrêté royal Codice deontologico Regolamento Organigramma Formazione Istituti associati e corsi Come associarsi Tesi SEDE
c/o Fondation Universitaire Stichting
Rue d'Egmont 11 B
1000 Brussels

phone Tel.: + 32/2/502.35.45
fax Fax: + 32/2/502.90.41
www.jeanmonnet.com
info@jeanmonnet.com

Associazione Internazionale
senza scopo di lucro (A.I.S.B.L.)

Arretè Royal n. 3/13.754/S
Moniteur Identification 21690/98


Username Password
Formazione

UEJM AIsbl propone un primo ciclo di formazione generale >DIPLÔME della durata di tre anni ed un numero di ore complessivo corrispondente a circa 180 ECTS (*), seguito da un secondo ciclo di > MASTER DE 1ER/2EME NIVEAU con un anno o due anni ulteriori di studio a seconda del grado di approfondimento auspicato ed un numero di ore complessive corrispondente a circa 60/120 ECTS ((à ECTS, si vedano gli approfondimenti successivi.).
E’ possibile infine accedere ad una formazione di 3 ciclo > DOCTORAT PROFESSIONNEL aperta unicamente a chi sia in possesso di Laurea magistrale o Master JM di 2° Livello ed acquisita esperienza professionale, per la realizzazione di una tesi di ricerca, in un percorso di studio indipendente rispetto ai cicli JM precedenti.

UEJM AIsbl e l’Europa
Cicli e titoli di studio
Crediti ECTS - Bologna e i crediti ECTS
ECTS e JM
Riconoscimento titoli
La posizione dei titoli JM

La richiesta di riconoscimento dei titoli JM nel sistema europeo segue i principi enunciati dalla Convenzione di Lisbona, nel rispetto delle singole regolamentazioni nazionali.

Trattandosi di certificati attestanti specializzazioni in ambiti generalmente non regolamentati, non esistono né sono necessarie equipollenze con titoli di tipo accademico. Salvo specifiche restrizioni da parte degli Stati, l’esercizio delle professioni interessate è libero e regolato dal rispetto di precisi codici deontologici che rendano impossibile qualunque forma di abuso.Un esempio: l'applicazione in Italia

L’apprendimento permanente ed il Processo di Bologna

Già nella riunione di Praga del 2001 si afferma il principio che "nell’Europa del futuro, costruita su una società ed una economia basata sulla conoscenza, è indispensabile elaborare strategie per l’apprendimento permanente che consentano sia di far fronte alle sfide poste dalla competitività e dall’uso di nuove tecnologie, che di migliorare la coesione sociale, la parità delle opportunità e la qualità della vita".

Nel Comunicato di Berlino "i Ministri sottolineano l’importante contributo offerto dall’istruzione superiore per tradurre in azioni concrete l’idea di un apprendimento permanente. Gli stessi ministri stanno assumendo i provvedimenti necessari per far convergere le loro politiche nazionali verso la realizzazione di tale obiettivo; esortano quindi le istituzioni di istruzione superiore, e tutti coloro che sono interessati al problema, ad accrescere le possibilità di perseguire un apprendimento permanente a livello di istruzione superiore con il riconoscimento dell’apprendimento pregresso. I ministri ribadiscono che tale funzione deve costituire una parte integrante delle attività di istruzione superiore. (…) Essi sottolineano inoltre la necessità di offrire a tutti i cittadini maggiori opportunità di seguire, secondo le loro aspirazioni ed abilità, dei percorsi di apprendimento permanente, sia in collegamento con l’istruzione superiore che all’interno di essa".

Nel Comunicato di Bergen (2005) i Ministri evidenziano con chiarezza lo stretto legame esistente tra l’apprendimento permanente ed i Quadri dei titoli che si stanno elaborando. Dapprima sottolineano "l’importanza di assicurare la complementarietà tra il Quadro europeo dei titoli, che si sta attuando per l’istruzione superiore nell’ambito del processo di Bologna, ed il più ampio

UEJM accoglie i principi espressi nel contesto europeo in merito all’apprendimento permanente e li realizza attraverso il Centre Culturel Européen Jean Monnet Asbl, organismo belga delegato alla gestione degli ordini professionali europei JM per il controllo e la valorizzazione di quelle professioni che oggi non possono godere di altra forma di tutela né legittimazione.

Concorde con l’idea della necessità di un sistema di formazione continua, il CCEJM promuove e sostiene momenti di aggiornamento per i propri associati con l’intento di raggiungere livelli professionali qualitativamente sempre più elevati.

(nel testo sono presenti numerosi abstracts tratti da www.bolognaprocess.it )